Piani di volo

I CASTELLI DELLA LOIRA: alla scoperta di antichi fasti

di Giorgio OLIVERI
 
Sommario
Gli antichi fasti

Vivere la natura

Lo shopping

L'itinerario

Il castello di Chambord

Il castello di Azay-le-Rideau

Il castello di Chanoceaux

Il castello di Blois

Il castello di Amboise

Il castello di Villandry

 
photo gallery
La Bretagna

La Normandia

La Loira e lo Cher
Il castello di Blois

Il castello di Blois, residenza delle corti di Luigi XII e Francesco I, è un complesso architettonico sorto in epoche diverse, in cui è evidente il passaggio dal gotico al rinascimento italianizzante fino al classicismo.
Il castello si affaccia sulla Place du Chateau, dove si trova l'ingresso: a destra vi è la parte più antica del castello feudale, accanto l'ala di Luigi XII costruita in mattoni rossi e pietra. La facciate esterna è resa vivace dal contrasto dei materiali impiegati, il mattone e la pietra, dalle finestre, dai balconi e dai ricchi ornamenti. Luigi XII volle che la facciata interna della sua ala armonizzasse con la preesistente galleria di Charles d'Orleans. Perciò, impiegando gli stessi materiali, prosegui la galleria, dando alle arcate la medesima ampiezza e riprendendo la stessa suddivisione in senso orizzontale della facciata dalla ricca ornamentazione di gusto italiano.
Nel 1515 iniziò la costruzione dell'ala di Francesco I e, a distanza di appena quindici anni, il contrasto tra questa ala e quella di Luigi XII è enorme: il gusto italiano non trionfò solo nella ricchezza e nella varietà dell'ornamentazione, ma anche nella concezione architettonica, e caratterizzo per un decennio tutti gli edifici rinascimentali genericamente designati come "castelli della Loira".
La facciata interna in pietra bianca è resa dinamica dall'alternarsi delle finestre a croce e dei pannelli con gli emblemi reali, ma il centro dell'attenzione è la fantastica scalinata. La pianta è ottagonale. La facciata esterna è profondamente innovativa per l'architettura francese dell'epoca: su una parete di notevole spessore si aprono logge dalle finestre a croce che danno l'illusione di vere arcate.
Al primo piano si trova la stanza di Caterina de' Medici, rivestita in pannelli di legno intarsiati. Accanto a questa stanza si trova l'oratorio e la camera dove la regina morì nel 1589. Al piano terreno, nell'ala di Francesco I, ha sede il Museo Archeologico, con reperti galloromani.
Nella parte più vecchia del castello di Blois si trova la sala degli Stati Generali: due navate rette da un colonnato con archi a sesto acuto, coperte da un soffitto in legno.

pagine correlate interne al sito
situazione meteo della zona
visualizza la mappa della localitÓ
altri link sulle Cinque Terre